• baby chic 600x600
  • med500x500
  • frase guttuso1
  • frase buttitta1

Mafia,il collaboratore Pietro Riggio parla delle stragi del 1992 e di Piddu Madonia e la latitanza a Bagheria.

on . Postato in Principale

Per il boss mafioso Piddu Madonia le stragi mafiose del 1992 in cui furono uccisi i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, conpiddu madonia Francesca Morvillo e otto agenti della scorta, erano stati "una grande minchiata". A rivelarlo è il collaboratore di giustizia Pietro Riggio, parlando con i magistrati della Procura di Caltanissetta. "Dopo le stragi del 1992 - racconta il collaboratore di giustizia - andai a trovare Madonia (Piddu ndr) a Longare di Vicenza dove era latitante e gli portai 20 milioni di lire che avevo ricevuto".

Fu in quella occasione che il boss mafioso avrebbe parlato delle stragi mafiose. "In effetti - dice ancora il pentito - lui dopo tali eventi dovette lasciare Bagheria dove era stato per tanto tempo latitante e riparò in provincia di Vicenza. Quando mi recavo a trovarlo a Bagheria, circa una volta a settimana, in genere trovavo soggetti locali di cui non ricordo il nome".