• frase guttuso1
  • frase buttitta1

Bagheria, un centro di ascolto per le vittime dell’usura

Un protocollo di intesa tra il Comune di Bagheria e la Fondazione Santi Massimiliano e Rosalia – fondo di solidarietà anti-usura Onlus sarà firmato a breve. Intanto con la deliberazione di Giunta n. 19 del primo marzo 2016 si approva il testo del protocollo che promuove l’assistenza in materia di sovra indebitamento, prevenzione dell’usura e tutela della vittime dell’usura e delle estorsioni.

Il protocollo prevede la nascita di un vero e proprio Centro di ascolto curato dalla Fondazione che avrà sede a palazzo Busetta in via Federico II 33, sede dell’assessorato alle Politiche Sociali, concesso in comodato d’uso gratuito alla Fondazione.

Il protocollo, che avrà una durata di 3 anni rinnovabile, prevede che la Fondazione Santi Massimiliano e Rosalia che avrà sede con il Centro di Ascolto presso i locali comunali accoglierà le istanze di tutti i cittadini bagheresi e del circondario che chiederanno di essere ascoltate ed aiutate contro l’usura e le estorsioni.

Tra le altre attività che fornisce la Fondazione fa da facilitatore per la concessione di credito da parte di banche, società finanziarie e enti creditizi che abbiano dato prova di sensibilità nei confronti di queste problematiche, istituendo sezioni speciali a sostegno di diverse categorie di cittadini. L’organizzazione inoltre organizza convegni, gruppi di studio, ricerca e centri di assistenza come quello che sarà attivato a Bagheria proprio sulle tematiche del contrasto all’indebitamento e alla prevenzione dell’usura. Da Statuto la Fondazione inoltre elargisce, senza interessi, somme di denaro sotto forma di sussidi, contributi o altre forme di sostegno economico secondo specifiche regole che innanzitutto si stabiliscono sull’effettivo stato di bisogno del richiedente, la serietà della ragione dell’indebitamento e la capacità di rimborso in base al reddito o alla situazione patrimoniale.

“I dati in possesso delle Forze dell’Ordine dicono che molte sono a Bagheria le persone che, a causa di problemi finanziari, anche aggravati dall’attuale congiuntura economica, rischiano di essere vittime di usura, così come è noto che sia stata diffusa, in tempi non troppo passati la pratica del racket nei confronti degli operatori economici” – spiega il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque – “Per questo motivo, per contrastare questi fenomeni, per fare la nostra parte stiamo lavorando e questa, come altre iniziative navigano in questa direzione: contrattare con ogni mezzo lecito, ed in sinergie con Forze dell’Ordine e altre realtà cittadine, la criminalità nelle sue diverse forme”.

fonte comunicato stampa comune di Bagheria