• logo campus400x55
  • mineo ferramenta400x60

Cefalù, danno erariale condannata l'ex sindaco Simona Vicari

Danno erariale per aver assegnato la progettazione del restauro del centro storico senza avere la copertura finanziaria in bilancio. Con questa accusa sono stati condannati al risarcimento delle somme indebitamente spese l’ex sindaco di cefalù Simona vicari e l’ex assessore ai lavori pubblici della cittadina normanna Matteo Crisà, la sentenza è stata emessa dai giudici della Sezione giurisdizionale d’appello della Corte dei conti.

La Vicari dovrà risarcire il Comune di 5.534 euro per avere dato un incarico di progettazione senza la copertura finanziaria mentre l’allora responsabile dei lavori pubblici Matteo Crisà dovrà pagare la somma di 2.851.

La sentenza è stata emessa dai giudici della corte dei conti presieduta da Giovanni Coppola, consiglieri Pino Zingale, Vincenzo Lo Presti, Valter Del Rosario, relatore Guido Petrigni.

Gli 8385 euro sono la differenza tra il credito del professionista incaricato del progetto e quanto fu versato dal Comune dopo che fu presentato un decreto ingiuntivo. L’allora sindaco nel 2004 diede l’incarico all’architetto Salvatore Giardina del progetto per pianificare i lavori del centro storico.