• logoasdsitoLogoStepIn ICT 460x60
  • LogoStepIn ICT 460x60 Soluz
  • frigo460x60
  • mast car smart460x60
  • master car ford460x60
  • mineo ferramenta400x60
  • LogoStepIn ICT 460x60 Servizi
  • LogoStepIn ICT 460x60
  • banner pubb460x60

Ciechi e ipovedenti a Bagheria attività formative e socioculturali

In occasione dell’ inaugurazione del CIA (centro informazioni ausili per disabili) a Bagheria, è’ stato siglato il protocollo d’intesa tra l’U.I.C. l’Unione italiani ciechi e ipovedenti e l’amministrazione comunale.


Il protocollo d’intesa intende promuovere attività informative, formative e socioculturali indirizzate a persone non vedenti, ipovedenti e pluriminorati residenti a Bagheria e nel comprensorio attraverso l’utilizzo concordato, con l’amministrazione comunale del servizio CIA e dell’aula informatica del progetto E-inclusion.
Il servizio CIA ha l’obiettivo di fornire un servizio di front office per operatori, famiglie, persone disabili attraverso l’accesso facilitato agli strumenti tecnologici e agli ausili per incrementare l’autonomia delle persone disabili. L’U.I.C. si impegnerà a dare un concreto supporto nel disbrigo di pratiche pensionistiche, sociosanitarie, di accompagnamento al lavoro, oltre che alle attività riabilitative e formative come ad es: programmazione di corsi di scrittura e lettura Braille, corsi di alfabetizzazione informatica di primo e secondo livello.
“E’ un altro passo avanti importante per offrire servizi ed ausili concreti alle categorie che più ne necessitano – dice il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque – ben vengano altri accordi, convenzioni protocolli con enti e associazione che offrono il loro know out alla comunità. Dal canto nostro ogni sforzo sarà volto a facilitare tali attività e servizi sia dal punto di vista logistico che offrendo, ove possibile, delle sedi disponibili”.
“Bagheria sarà un polo servizi per i non vedenti e gli ipovedenti del comprensorio che si recavano a Palermo – sottolinea l’assessore, Maria Puleo – da oggi i nostri cittadini disabili e non solo i nostri ma di tutto il comprensorio potranno avere questo polo a disposizione per attività ed iniziative che migliorino la loro vita”.