• logoasdsitoLogoStepIn ICT 460x60
  • LogoStepIn ICT 460x60 Soluz
  • frigo460x60
  • mast car smart460x60
  • master car ford460x60
  • mineo ferramenta400x60
  • LogoStepIn ICT 460x60 Servizi
  • LogoStepIn ICT 460x60
  • banner pubb460x60

Altavilla, dopo 8 anni ecco i mandanti dell'omicidio Urso

on . Postato in Cronaca

Fatta luce sull’omicidio dell’imprenditore Vincenzo Urso, ucciso sotto la propria abitazione di Altavilla Milicia nella notte tra il 24 e il 25 ottobre del 2009.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bagheria, hanno arrestato, su ordine del gip del Tribunale di Palermo, che ha accolto la richiesta della Dda palermitana – Francesco Lombardo (nella foto a sx) di 61 anni e il figlio Andrea Lombardo (nella foto a dx) di 36 anni, ritenuti i mandanti del delitto.

La misura cautelare è stata emessa dopo le indagini dei Carabinieri di Bagheria attraverso l’assunzione di numerose testimonianze, attività tecniche e riscontri a dichiarazioni di collaboratori di giustizia, già esponenti di spicco della mafia bagherese, che hanno consentito di accertare come l’omicidio sia maturato nel contesto delle dinamiche interne al clan mafioso di Altavilla Milicia, guidato in quel momento da Francesco Lombardo.omicidio Urso

Secondo gli invetigatori il movente sarebbe stato la concorrenza lavorativa di Urso ai danni dei Lombardo nel settore del movimento terra nella zona di Altavilla Milicia. A questo si sarebbe poi aggiunto anche il risentimento della famiglia Lombardo nei confronti di Vincenzo Urso, a seguito della rottura del fidanzamento con la figlia di Francesco Lombardo. L’inchiesta ha consentito di accertare come ci sia stato, in precedenza anche un altro agguato teso a Urso al quale però la vittima era scampata per caso.

Francesco Lombardo è stato coinvolto anche nell’indagine antimafia “Argo” e condannato nel febbario di due anni fa a 14 anni di reclusione per associazione mafiosa e estorsione aggravata come capo della cosca di Altavilla. Il figlio Andrea, nel giugno del 2014 era invece stato arrestato nell’ambito dell’operazione antimafia Reset con l’accusa di aver partecipato alla riorganizzazione della famiglia mafiosa di Altavilla Milicia (reati per i quali è stato condannato alla pena di anni 6 e mesi 10 di reclusione). I provvedimenti sono stati notificati in carcere visto che i due Lombardo sono già detenuti.

fonte la sicilia