• frase guttuso1
  • frase buttitta1

Calcio, Palermo un mese per decidere il futuro

Scritto da Redazione on . Postato in Sport

Da ieri vi è qualche certezza in più rispetto alla cessione delle quote societarie da parte di Maurizio Zamparini.

Il patron friulano non gioca più a carte coperte: da tempo ha dato mandato a un’agenzia londinese di individuare un successore che fosse realmente intenzionato a rilevare il club di viale del Fante e nelle ultime ore si sarebbe defilato un investitore pronto a dare un’accelerata alla trattativa di acquisizione del Palermo Calcio.

Un cambio di proprietà che sembra potersi realizzare davvero in tempi brevi. Tra qualche settimana o al massimo nel giro di un mese, a campionato concluso, i tifosi conosceranno il destino societario che, da ieri, sembra poter andare verso un’unica direzione: la cessione.
Cosa sia successo e cambiato nelle ultime ore, ce lo racconta l’edizione odierna del ‘Giornale di Sicilia‘, secondo cui proprio nella giornata di ieri – ad Ajello del Friuli (residenza del patron rosanero) – ci sarebbe stato un incontro ravvicinato tra Zamparini e un emissario di un investitore nord-americano pronto a fare un’offerta seria per rilevare le quote societarie. Dopo il canadese Saputo e lo statunitense Pallotta – entrambi di origini italiane – c’è un altro nordamericano. Sì, verrebbe proprio dagli Stati Uniti – dove il brand rosanero ha un certo appeal, data la popolazione di origini siciliane è numerosa – il probabile successore al trono di Zamparini: per adesso il nome resta nell’ombra. Si sanno invece le sue intenzioni: crede fortemente nelle potenzialità del calcio italiano come business e intende far crescere il Palermo Calcio sul piano sportivo ed economico.

Ieri, nell’incontro ad Ajello del Friuli, sarebbero state illustrate a grandi linee garanzie e potenzialità economiche di chi è interessato a comperare e, dall’altra parte, sono stati specificati i conti (spese e ricavi) attuali della società. In un’atmosfera cordiale – scrive il quotidiano regionale – le parti si sono date un appuntamento a breve, qualche passo concreto è dietro l’angolo e già nel giro di un mese si potrebbe capire da che parte tira il vento, mettere i primi mattoni della costruzione che verrà. Il soggetto statunitense che punta forte sul Palermo – non ci sarebbe di mezzo, però, lo zampino di Tacopina, presidente del Venezia – sarebbe disposto a farsi carico del club sia nella massima serie che tra i cadetti.

Il costo dell’operazione è fissata già da tempo ed è ben nota gli addetti ai lavori: 50 milioni di euro per rilevare il pacchetto azionario dei rosanero. Negli ultimi tempi ci sono state concrete piste inglesi e giapponesi, poco prima anche interessi dalla Cina. Soluzioni non da scartare a priori, ma che starebbero cedendo il passo al nuovo che avanza e che arriva dagli Usa.

fonte mediagol