• frase guttuso1
  • frase buttitta1

Bagheria, alla galleria d'arte Drago Artecontemporana "EDGE" di William Marc Zanghi

Scritto da Redazione on . Postato in Cultura

E' stata inaugurata  sabato 12 marzo alle 18.30 alla  Drago Artecontemporanea a Bagheria, la mostra personale di William Marc Zanghi, uno tra gli artisti siciliani più rappresentativi della sua generazione.

"EDGE" è il titolo della mostra, centrata sulla ricerca più recente dell'artista che, a pochi mesi dalla personale alla GAM di Palermo, mostra al pubblico le sue mappature. La mostra resta aperta al pubblico fino al 19 aprile.

L'immaginario cartografico di Zanghi racconta il confine liquido tra il conosciuto e il conoscibile. Tale liminalità si costituisce in mappe che fanno a meno di indicazioni verbali, dei nomi di luoghi, di definizioni rigide del territorio: e questo perché coincidono con una realtà che non sarà mai quella che ci ritroviamo, o possiamo ritrovare, davanti agli occhi.
Sono dunque mappe del tempo esistenziale quelle di Zanghi, un tempo che non può essere segnato sui calendari né scandito dagli orologi, con il suo carico di incubi e di naturale speranza. Mappe che non coincidono con ciò che ci ritroviamo davanti agli occhi, perché lo spazio che catturano e sintetizzano va oltre il puro dato percettivo.
L'occhio e l'immaginazione di Zanghi agiscono come la rete di satelliti che rende possibili le google maps: con la sola differenza che l'occhio di Zanghi è puntato con decisione sul pianeta meno mappabile di cui possiamo andare alla scoperta, cioè quello della nostra mente – intendendo con ciò il sistema interrelato e non solubile di cognitività ed emotività di cui siamo fatalmente impastati. Ed è per questo che quando ci immergiamo nelle sue mappe è come se scoprissimo qualcosa, che ci era ancora ignoto, sul nostro modo di intendere l'esistenza e di comprendere il mondo. E, in definitiva, su di noi stessi. La mostra resta aperta al pubblico fino al 19 aprile.