• frase guttuso1
  • frase buttitta1

Addio Pino, a Bagheria per "Nasco improvvisamente a Palermo"

Scritto da Redazione on . Postato in Spettacoli

È morto a 84 anni l’attore Pino Caruso, maschera teatrale che aveva recitato con i grandi volti della comicità italiana. L’attore è mancato nella sua casa di Roma dopo alcuni mesi difficili.

pino caruso420x200Stava male da un po’ di tempo ma la moglie Marilisa Ferzetti, anche lei attrice, ha dichiarato che “se ne è andato sereno”. Maschera siciliana, portò in tv le caratteristiche tipiche della sua terra, senza mai scadere nel volgare. Ha lavorato a lungo per il cinema accanto a volti amatissimi dal pubblico quali Franco Franchi, Ciccio Ingrassia e Lando Buzzanca. La sua ultima presenza a Bagheria risale a gennaio 2012 per la presentazione del libro "Nasco improvvisamente a Palermo" presentato nei locali del centro didattico, vicino la  Libreria Interno 95, che organizzò l’evento insieme a Bagheria in Vetrina.

La carriera di Pino Caruso, dopo il debutto da attore drammatico in Sicilia Caruso si trasferì a Roma nel 1965 per lavorare con la compagnia del Bagaglino, varietà di Pier Francesco Pingitore. Tre anni dopo fu la Rai a scritturarlo per Che domenica amici. Fu uno dei primi a portare il dialetto siciliano in tv.Sono tanti gli show per la televisione strettamente collegati alla sua figura: da Canzonissima a Fantastico, fino a Portobello e Due come noi, con Ornella Vanoni. Per anni è stato ospite fisso nella Domenica In di Pippo Baudo prima e di Raffaella Carrà poi.
Volto della fiction

A partire dagli anni 2000, agli impegni teatrali e televisivi si aggiunse la volontà di abbracciare il progetto della fiction. A partire dal 2002 fu tra i protagonisti di Carabinieri, L’Onore e il rispetto, Squadra Antimafia e Solo. Numerosi anche i suoi ruoli al cinema. Tra gli ultimi film per il grande schermo vanno ricordati La matassa, con Ficarra e Picone, Abbraccialo per me e Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio. Caruso viveva da tempo a Roma ma il suo legame con la Sicilia era rimasto forte. Più volte aveva accettato il ruolo di direttore artistico del Festino di Santa Rosalia. I funerali dell'attore si svolgeranno sabato 9 marzo 2019.

fonte redazione